Menu

Vini, eventi e paesaggi: ecco la primavera in Piemonte!

  • Vota questo articolo
    (0 voti)
  • Letto 2709 volte
Papaveri in Piemonte Papaveri in Piemonte

La primavera in Piemonte è sole, verde accecante, vigneti carichi di gemme, vini freschi e gustosi. Ma soprattutto, è la rinascita delle città e dei borghi con centinaia di eventi e manifestazioni che proseguiranno fino al prossimo inverno.


Lasciatevi conquistare dalle colline del Piemonte e pianificate un weekend in zona. Ecco alcuni utili consigli se non sapete cosa fare.  

1. Sul Lago d'Orta e di Viverone

Scoprite questi laghi nel Nord del Piemonte, zona poco esplorata ma ricca di meraviglia e relax.

Il Lago di Viverone, a pochi chilometri da Torino, è situato tra Ivrea, Biella e Vercelli. Circondato da foreste e vigne, non dista molto dal Castello di Roppolo, sede dell’Enoteca Regionale della Serra, che accoglie vini da tutto il Nord del Piemonte. Il lago fu un importante insediamento preistorico, i cui molti ritrovamenti si possono osservare nei musei di Torino e Biella. Il lago è balneabile ed è al centro di un’area ricca di storia, parchi, natura e cultura.

Lake Viverone
Photo from Maria Grazia Schiapparelli, CC

Il Lago d’Orta è uno dei luoghi più romantici del Piemonte. Fatevi incantare dalle sue atmosfere romanzesche, i borghi in pietra, le ville patrizie e gli scorci mozzafiato. Meritano una visita Orta San Giulio e la sua isola con la basilica romanica e l’abbazia benedettina Mater Ecclesiae. Seguite il nostro itinerario per una descrizione più dettagliata: Il design romantico del Lago d’Orta

Lake d'Orta.Photo from Diana Zahuranec

Vini da accompagnamento

Lago Viverone: provate l’Erbaluce di Caluso nelle sue varie forme ferme e spumanti. L’erbaluce è il vitigno autoctono della zona e regala vini freschissimi e fruttati, di piacevolissima beva e fine perlage.

Lago d’Orta: provate i Nebbiolo dell’Alto Piemonte e scoprite qualcosa di unico. Qui il vitigno che nelle Langhe dona il Barolo produce vini assai particolari come il Ghemme, il Gattinara, il Boca, il Lessona. Alcuni sono vinificati in purezza (100% nebbiolo) altri presentano piccoli uvaggi di Vespolina. Bonarda Novarese e Uva Rara che conferiscono un tocco speziato assai particolare.  

2. Una passeggiata nelle vigne

È ora di uscire e respirare una boccata di primavera! Riscaldate le gambe intorpidite dall’inverno con una passeggiata fra le vigne. Guardate le gemme che sbocciano, le foglioline verdi sui tralci, le margherite che esplodono fra i vigneti, i mughetti, le primule e i papaveri. Cìè qualcosa di magico sulle colline in primavera e la vite sembra crescere a vista d’occhio.

Sul nostro portale ci sono moltissimi percorsi da fare a piedi o in macchina, ma vi consigliamo questo: Sul tetto del Monferrato. Un itinerario poco conosciuto ma spettacolare nella zona di Strevi. L’itinerario termina alla splendida Villa Ottolenghi, che è anche una rinomata cantina. A Strevi si possono gustare gli amaretti, il torrone e i canestrelli accompagnati dallo Strevi Moscato Passito Doc, il vino passito da uve moscato tipico della zona.

On the Roof of Monferrato

Vini da accompagnamento

Lo Strevi Passito Doc è un vino eccezionale: per l’appassimento si utilizza ancora oggi una tecnica antichissima che consiste nello sfruttare il sole ed il calore naturale in ambienti areati al fine di concentrare naturalmente gli zuccheri. Provatelo alla cantina Marenco di Piazza Vittorio Emanuele, 10, a Strevi. 

3. Degustazioni a Vinum

Vinum è il più importante evento enoico della primavera piemontese. Si tiene a cavallo tra aprile e maggio ad Alba, capitale delle Langhe. Vinum raccoglie i principali produttori di Langhe, Roero e della zona dell’Asti e del Moscato d’Asti. Da quest’anno però, ci sarà anche una rappresentanza de vini del Monferrato.

Cuore dell’evento è il Palazzo Mostre e Congressi, in piazza Medford, dove si trova una grande enoteca, con centinaia di etichette. Ma Vinum invade tutta la città di Alba con degustazioni, eventi e mostre per tutti i gusti. Per approfondire il programma di quest’anno leggete in nostro evento o recatevi sul sito della manifestazione.

VinumPhoto by Giorgio Montersino, CC

Vini da provare

Durante la manifestazione si possono acquistare canet di degustazioni. Fatevi consigliare dai molti sommelier a disposizione e non perdetevi le degustazioni organizzate o le Wine Tastign Experience per conoscere più a fondo i vini del Piemonte.
 
Se volete un nostro consiglio datevi al Nebbiolo in tutte le sue forme: Barolo e Barbaresco Docg. Ma anche Nebbiolo d’Alba Doc, Langhe Nebbiolo Doc e Roero Docg (il Nebbiolo vinificato nel Roero). 

4. Caccia al tesoro!

Durante la manifestazione di Vinum è possibile fare una bella esperienza enoturistica: divertente e golosa. La caccia al tesoro nella terra del Barolo si tiene ogni anno all’inizio di Maggio. Organizzata da Strada del Barolo e Turismo in Langa è una giornata dedicate alle esplorazione delle Langhe nelle sue colline più celebri. Ci sono molte tappe dedicate alle degustazioni, gli indizi da trovare e anche un premi finale da vincere. Ci si sposta con i propri mezzi seguendo il proprio ritmo, senza fretta o affanno, ma con un pizzico di competizione.
 
 
Vini da accompagnamento 
 
Barolo e Barbaresco. Hey, siete nella zona giusta: concedetivi un buon bicchiere dei più prestigiosi vini piemontesi. Se siete indecisi, una tappa all'Enoteca Regionale del Barolo è d'obbligo. Loro hanno qualcosa come 32 Barolo in degustazione, pronti per essere assaggiati. Troppo pochi? 
 

5. Concedetevi un picnic

 
C’è un modo migliore per godere di una giornata di sole? Il picnic si sposa perfettamente con le colline del Piemonte, ricche di prati e panorami da togliere il respiro. Ma si abbina bene anche ai cibi: vino in bottiglia, formaggio piemontese (Tuma di Alba, Bra Duro, Castelmagno, Tumin di Melle…), grissini e pane appena sfornato. E poi marmellate, cugnà (salsa dolce a base di vino cotto), salsiccia di Bra, salame cotto, pesche sciroppate e un pezzo di bònet (il budino piemontese al cioccolato e amaretti): basta poco per trasformare il picnic in un momento gourmet.
 
Se non sapete dove andare: ecco alcuni nostri consigli: I migliori posti per un Picnic sulle colline.
 
Picnic in Piemonte
 
Photo by AMY LISCOMBCC
 

Vini da accompagnamento

Portatevi almeno tre bottiglie di vino: un bianco fresco tipo Piemonte Chardonnay, Arneis o Gavi. Un rosso non troppo strutturato come una Barbera d’Alba . Un vino spumante infine, che vada bene anche con il dessert. Perché non un rosato: in Piemonte se ne producono di moltissimi tipi. Quali? Ecco un nostro articolo che fa al caso vostro: Tutto il rosa del Piemonte, miniguida ai vini Rosé
 
 
 
Bonus! Expo 2015
 
Dai primi di Maggio, tutti coloro che vorranno visitare le Langhe avranno una chance in più. Dall’expo di Milano partiranno ogni giorno navette per Barolo e per il Monferrato. I tour durano un solo giorno e passano per i più importanti centri delle due aree vitivinicole. Chi vuole può decidersi di fermarsi in loco e poi ripartire, i giorni seguenti, con le navette di ritorno a Milano.
 
Per maggiori info
 
 
Cover photo by BORGHY52, CC

 

Ultima modifica: Venerdì, 03 Aprile 2015 16:20
torna all'inizio

Chi Siamo

  • Il progetto Wine Pass
  • Lo staff
  • Contatti
  • Privacy Policy

Login or Register

  • Forgot your password?
  • Forgot your username?
  • Create an account