Menu

Le antiche sterrate del vino

  • Vota questo articolo
    (1 Voto)
  • Letto 3106 volte

Siete appassionati ciclisti e volete visitare le terre del Barbaresco scartando gli itinerari più battuti? Questo è il percorso che fa per voi. Eviterete la strada asfaltata e percorrerete antichi sentieri sterrati


Visualizza Le antiche sterrate del vino in una mappa di dimensioni maggiori

Munitevi di mountain bike e lasciate Alba da piazza Monsignor Grassi. Da viale Cherasca svoltate a sinistra subito dopo il passaggio a livello. Costeggiate la ferrovia e imboccate il sentiero che si inerpica alla vostra destra. Camminerete osservando Alba dall’alto, dalla parte opposta di un folto bosco. 

Dopo circa 300 metri, all’altezza di villa Torino, svoltate a sinistra e raggiungete la villa liberty che ospita l’agriturismo La Meridiana Cà Reinè. Proseguite la salita e godetevi la veduta d’insieme: il Tanaro che avvolgere Alba, il Roero con i castelli, le Langhe con i paesi del Barbaresco. Poco più avanti, dopo Cascina Ghersi, svoltate a destra e scendete alla borgata Ressia. Incontrerete la statale che collega Alba con Barbaresco e Treiso: attraversatela all’altezza della panetteria della località Pertinace e risalite accanto alla cantina sociale I Vignaioli di Treiso fino a Tre Stelle, frazione di Barbaresco. Qui, una volta terminata la salita, svoltate a sinistra e raggiungerete un piazzale di fronte alla vecchia scuola e ridiscendete fiancheggiando le case di località Nicolini Basso. Prima di inoltrarvi in un fresco boschetto, potrete intravedere di fronte a voi la torre di Barbaresco, per poi costeggiare ancora colline cariche di vigneti e noccioleti. Raggiungerete così la vecchia stazione ferroviaria di Barbaresco, in una bella conca naturale che vi farà sentire abbracciati dalle Langhe.

Proseguite costeggiano la ferrovia, attraversatela e poi salite nuovamente tra i vigneti della Cantina dei Marchesi di Gresy. Attraversate la borgata Asili e arriverete alla piccola cappella di San Teobaldo. Da qui il sentiero scende e vi condurrà dritti a Barbaresco. Concedetevi una pausa con vini e piatti tipici della zona in uno dei tanti ristoranti del paese. Riprendete il cammino aggirando la Confraternita di San Donato (oggi sede dell’Enoteca regionale del Barbaresco), scendete fino alla borgata Montestefano e attraversate ancora la ferrovia raggiungendo cascina Principe. Vedrete Neive proprio davanti a voi, con il suo borgo che domina la collina. Attraversate la strada statale e riprendete il sentiero sterrato fino alla borgata Pastura, per poi risalire fino a un boschetto. Qui il sentiero corre sul crinale, a mezza collina. Imboccate la ripida discesa e risalite raggiungendo il paese di Treiso. Proseguite verso Manera-Cappelletto e costeggiate il cimitero: sarete al cospetto delle imponenti Rocche dei Sette Fratelli. 

L’ultima parte del percorso costeggia le Rocche e scende verso San Rocco Seno d’Elvio, arrivando dietro la Locanda del Barbaresco. Uscite dal paese, superate e affrontate la salita fino a Portinale. Sotto di voi si stenderà Alba. Proseguite in direzione Bricco delle Capre e scendete seguendo il sentiero. Arriverete in frazione Boffa, a pochi passi da dove siete partiti.

Ultima modifica: Mercoledì, 09 Gennaio 2013 17:08
torna all'inizio

Chi Siamo

  • Il progetto Wine Pass
  • Lo staff
  • Contatti
  • Privacy Policy

Login or Register

  • Forgot your password?
  • Forgot your username?
  • Create an account