Menu

Agliè

  • Vota questo articolo
    (1 Voto)
  • Letto 3338 volte

Ai piedi della Alpi, ma con la collina di Superga bene in vista, questo arioso borgo del Torinese è composto da un pugno di case e un grande castello, che merita una visita.


«Più bel piacere davver non c’è
che andare ad Agliè
che andare ad Agliè»
(Guido Gozzano) 

Agliè è la visita perfetta assieme a Caluso e Carema per chi vuole dedicarsi alla scoperta del Torinese. Se le prime due città sono piccole capitali del vino, Agliè si mette in luce per il suo straordinario Maniero, esempio della potenza dei Duchi di Savoia e poi Re d’Italia.

Da Torino Agliè dista meno di 40 minuti in macchina, ma può essere raggiunta anche con i mezzi pubblici: da Torino Porta Susa si prende il treno fino a Rivarolo Canavese e si prosegue con un bus, che parte con buona regolarità (Scarica gli orari). Rivarolo Canavese può essere anche un buon punto di pernottamento, vi consigliamo l’Hotel Rivarolo, 4 stelle accogliente dal design moderno.

Giunti ad Agliè, prendetevi qualche minuto per passeggiare nelle viuzze e dare uno sguardo alle sue numerose cappelle. La Chiesa di San Gaudenzio, il cui primo ricordo risale al 1329, è diventata famosa grazie al poeta Guido Gozzano (1883-1916), che qui vi è sepolto. Gozzano fu il poeta crepuscolare delle «buone cose di pessimo gusto», e qui veniva a trascorrere le sue vacanze nella Villa del Meleto, anch’essa entrata a far parte della sua poesia.

La Regione delle Chiese

L’area di Agliè e costellata di tanti edifici sacri che è stata soprannominata la “Regione delle Chiese”. Su via Marconi si affaccia la Chiesa di Santa Marta, capolavoro barocco di Costanzo Michela allievo del celebre architetto Filippo Juvarra, mentre in Piazza Castello si può visitare la Parrocchiale, che presenta un pregevole altare juvarriano. Per completare la visita di edifici sacri, non si possono perdere, fuori città, la chiesa di Madonna delle Grazie, detta anche «Tre Cioché», cioè «Tre Campane». Anche questo edificio fu edificato su progetto del Michela tra il 1738 e il 1746 come tempio per scongiurare la peste bovina, che, allora, mieteva le sue vittime. Il Santuario circolare di Santa Maria della Rotonda, infine, a 3 km dal centro città, si suppone sia stato fondato sopra un tempio Romano dedicato alla dea Diana.

Una pausa in città

Se cercate un momento di ristoro prima o dopo la visita del Castello, nel cuore di Agliè, in Via Setificio, si trova l’eccellente panetteria Alfonsi. Non distante, in Via Michela, si trova una pizzeria a conduzione familiare, Il Chiostro. Ma se volete concedervi un pasto tradizionale, consigliamo lo Scudo di Francia, trattoria in Via Principe Amadeo. Se invece cercate un luogo dove fermarvi qualche giorno, a 12 km da Agliè (a Romano Canavese) si trova lo stupendo relais Villa Matilde, imperdibile se volete coccolarvi nel lusso e nella tranquillita di del Canavese.

Il Castello 

A questo punto, non vorrete certo perdervi il Castello. Raggiungete allora l’ariosa Piazza Castello, ciottolata di porfido, dove il Castello Ducale si erge maestoso ed imponente. La facciata sulla piazza è l’unica a non essere circondata dal giardino, che si estende per oltre 7 km nelle altre direzioni.

Le visite guidate partono circa ogni ora in base al numero di visitatori. La prima fondazione del Castello Ducale risale al X secolo, come fortezza dei Duchi di San Martino. La stessa città risale a quell’epoca, quando i popolani cominciarono ad abitare attorno alle mura. Dall’epoca medioevale ad oggi il maniero passa dalle mani di Filippo di Agliè, che ne opera un primo rifacimento (XVII secolo), ai Savoia (XVIII secolo, fino allo Stato italiano, che lo acquistò nel 1939. Sotto i Savoia, la reggente Maria Cristina convogliò qui una vasta collezione di opere romane trovate durante gli scavi di Tusculum nel 1840, vicino a Roma. Oggi la collezione è ancora qui conservata.

Il Castello è magnifico, regale, ben conservato. Rappresenta la potenza dei Savoia nel loro massimo splendore con arredamenti originali. La parte più stupefacente è il giardino, da non mancare, un immenso e fiabesco parco che rende il tutto ancora più maestoso.

Oltre al Castello, Agliè è rinomata per il suo elegante vino bianco, una delle prime Doc italiane, diventato Docg nel 2010. L’Erbaluce di Caluso, con il suo colore luminoso e il suo gusto sapido e deciso, può essere degustato alle cantine Silva, 15 minuti a piedi o 5 in macchina dal Castello. Per raggiungerla prendete dal centro Via Cuceglio, strada che costeggia i giardini murati del Castello e svoltate a sinistra in strada Cascina Rogge. Chiamate prima di una visita (+39 0124429907) e vi accoglierà Stefano Silva, il titolare, un uomo alto e corpulento, estremamente cordiale e gentile. Con lui potrete visitare le cantine, le stanze di invecchiamento con botti in rovere e tecnologia all’avanguardia. Noterete anche le cassette dove le uve di Erbaluce vengono fatte appassire per ottenere il Caluso Passito oppure le pupitre dove l’Erbaluce spumantizzato, metodo classico, giace sui lieviti.

Stefano Silva nei suoi vigneti

Presso l’Ufficio del Turismo in Piazza Castello, infine, ricordate che si possono affittare le biciclette, ottimo mezzo per gironzolare fra le vigne e le pianure del Canavese. Gli uffici sono aperti il sabato e la domenica, ma con una telefonata si possono avere informazioni anche durante la settimana (Tel. +39 0124 330335 – www.prolocoaglie.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)  

 

Cosa Vedere

Parrocchiale
Piazza del Castello - 10011 Agliè (TO)

Castello Ducale di Agliè
Piazza del Castello, 2 - 10011 Agliè (TO)
Tel. +39-0124-330102
beniarchitettonicipiemonte.it 

Dove Mangiare

Panetteria Pasticceria Alfonsi
Via Setificio, 16 - 10011 Aglie' (TO)
Tel. +39 0124 330175 

Ristorante-Pizzeria Il Chiostro
Via Michela Antonio, 43 - 10011 Agliè (TO)
Tel. +39 0124330369
ristoranteilchiostro.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chiuso lunedì

Scudo di Francia
Via Principe Amedeo, 30 - 10011 Agliè (TO)
Tel. +39 0124 33354
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
scudodifrancia.it

Dove comprare

Azienda Vitivinicola Silva
Cascine Roggie, 1 - 10011 Agliè (TO)
Tel. +39 0124 33356
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.silvavini.com

Dove dormire

Hotel Rivarolo
C.so Indipendenza, 76 - 10086, Rivarolo Canavese (TO)
+39 Tel. 0124. 28.58.9
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.hotelrivarolo.it

Villa Matilde
Viale Marconi, 29
10090 - Romano Canavese (TO)
Tel +39 0125 639290
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.relaisvillamatilde.com

Ultima modifica: Giovedì, 23 Aprile 2015 16:49
torna all'inizio

Chi Siamo

  • Il progetto Wine Pass
  • Lo staff
  • Contatti
  • Privacy Policy

Login or Register

  • Forgot your password?
  • Forgot your username?
  • Create an account